Per contattarci
LETTERA APERTA SULLA CRISI LUNGO IL CONFINE BIELORUSSO POLACCO

Nelle ultime settimane si sono riversati lungo il confine tra Bielorussia e Polonia migliaia di immigrati provenienti principalmente dal Medio Oriente che cercano di sfondare i recinti di frontiera per accedere al territorio sotto l’egida UE.


Da una parte riscontriamo la consueta strategia “Divide et Impera” messa in atto dall’imperialismo statunitense che, pur di scongiurare un’intesa
economica e strategica tra un’Europa a trazione tedesca e la Russia, scatena, per tramite dei propri vassalli centro orientali, alcune operazioni di contenimento verso le iniziative di Mosca.
La Russia invece, mentre cerca di aumentare il proprio perimetro difensivo, viene soffocata dagli emissari di Washington che ne limitano l’influenza nei territori contesi.

Dall’altra troviamo la Bielorussia, che, se prima giocava su più tavoli all’interno dello scacchiere internazionale, dopo la riconferma di Lukashenko al governo risponde, pressoché esclusivamente, agli interessi del Cremlino.

Parliamo di una Nazione ,la Bielorussia, che sin dai tempi dell’impero zarista ha sempre funto da “cuscinetto” per difendere la Russia , la quale in questo modo era in grado di stanziare al di là dei confini nazionali stessi la prima linea di difesa del proprio territorio.

Parrebbe quindi che, le recenti rivoluzioni colorate, abbiano reso anche la Bielorussia contesa tra i due poli.
La strategia di Mosca sarebbe quella di creare – attraverso l’utilizzo massiccio di immigrati extra europei spinti a ridosso della Polonia – una barriera fisica tra coloro che nutrono interessi verso la “conquista” della Bielorussia ed il loro “oggetto del desiderio”.

Inoltre ,se dietro lo spostamento, in primis verso la Russia, di questi immigrati ci sia la regia turca ad oggi non è dato sapersi; Lo si potrà forse apprendere osservando le prossime operazioni militari di Ankara in territorio siriano, da dove e’ transitata la gran parte di questa “arma” umana.
Ricordiamo che operazioni Turche in Siria avvengono in gran parte ne territori sotto il controllo governativo del legittimo Presidente Bashar Al-Assad coadiuvato, guardacaso, dalle forze militari russe oltre che dalle milizie libanesi di Hezbollah.

D’altra parte ripudiamo anche il metodo adottato dalla Russia di utilizzare genti extra europee, impiegandole come carne da macello, per minacciare l’integrità etnica dei Paesi dell est ouropeo, non ancora fortemente minata come quella dei paesi europeo occidentali.

Inoltre, in questo scenario, troviamo un altro soggetto coinvolto:la Germania.
Essa ha notevoli interessi economici,soprattutto energetici, con la Russia per via del gasdotto Nord Stream 2 in fase di realizzazione,allo stesso tempo vorrebbe estendere la propria influenza nelle zone centro orientali del continente, come tentò di fare nel 2014 durante le proteste di Piazza Maidan cercando invano, ed adirando così la dirigenza americana, di lasciare la propria impronta in Ucraina.

Infine ci sono le dichiarazioni del Presidente del Consiglio Europeo Charles Michel.
Egli ha affermato che: “le istituzioni europee dovrebbero sovvenzionare la costruzione di un muro sul confine per impedire l’accesso agli immigrati”.
Questo dimostra come la retorica dell’accoglienza, ostentata spesso stucchevolmente, dalle citate istituzioni funzioni ad intermittenza e che, nonostante la contrarietà a tal riguardo del Presidente della BCE Christine Lagarde, confermano una manifesta incoerenza ed una certa solerzia nel compiacere le necessità strategiche degli Stati Uniti.

Non dubitiamo del fatto che la loro benevolenza del “restare umani” sia venuta meno, ma, evidentemente, alcuni umani sono più (in questo caso meno) umani degli altri!

Noi che riteniamo che lo scorso conflitto mondiale diretto dalle plutocrazie contro i popoli liberi (in particolar modo quelli europei), oggi prosegua incessantemente, con l’unica differenza che la guerra contro l’Europa
viene condotta in modo unidirezionale dai vincitori e che, da questa parte, alcuni europei si vedono costretti a fare sistema cercando di arrangiarsi in qualche modo per non sparire del tutto e per non essere totalmente alla mercé del colonialismo americano che, dal ’45, ha assunto il ruolo centrale e principale negli equilibri mondiali.

D’altro canto se oltre oceano hanno aspirazioni di supremazia ispirate dalla propria volontà di potenza, spesso incontrastata, da circa un’ottantina d’anni; dall’altra c’è da riconoscere che dal dopoguerra ad oggi la condizione di sudditanza del Belpaese, unitamente ad altri Paesi europei, viene accettata di buon grado dai nostri rappresentanti; che, a parte qualche afflato di affrancamento come il ben noto episodio di Sigonella, hanno sempre dimostrato servilismo, compiacenza ed accondiscendenza.

In Medio Oriente e in altri continenti del pianeta, per esercitare il proprio dominio sui popoli, la governance americana applica una strategia che consiste nell’impedire ad una potenza autoctona di diventare egemone regionale; così oggi, ed anche in questo caso, lavorano incessantemente per ostacolare, minare e ridurre l’intesa tra Europa e Russia al fine di introdurre la loro supremazia nei territori centro orientali, storicamente da sempre sotto l’influenza strategica e culturale tedesca.

Oltre le prese di posizione dualistiche, il tifo da stadio e le interpretazioni manichee, riconosciamo come certi assunti sovranisti tout court siano estremamente funzionali agli interessi strategici dei potentati extra europei.

Nell’ottica di cui sopra , certe derive ideologiche occidentali, in cui si millanta uno “scontro di civiltà”, nei fatti inesistente, ma da attuare talvolta sotto forma di interventi bellici “umanitari” in nome dei non ben specificati valori delle democrazie liberali, siano estranee allo spirito europeo; che su ben altre fondamenta, affatto democratiche, mercantilistiche o di sudditanza, ha edificato e rinnovato nel corso dei millenni la propria Civiltà.

Infine ribadiamo quanto a noi pare fondamentale, per la libertà e la sopravvivenza delle nostre genti, riportare il nostro continente al centro degli assetti internazionali attraverso una collaborazione ed una sinergia tra i Paesi europei che condividono interessi economici, commerciali, militari, energetici e strategici, il tutto perseguendo una politica estera comune e operando verso i medesimi obiettivi.

Auspichiamo di tornare ad essere una Potenza Continentale, non una misera unione di Stati nazionali che covano tensioni interne e conducono conflitti intestini. i quali, puntualmente, si rivelano efficienti per il consolidamento dell’ingerenza americana sulla nostra Terra a discapito delle nostre Patrie che ci furono lasciate in eredità dai nostri padri e che dovremo consegnare ai nostri figli affinché possano essere padroni del proprio Destino per tramandare a loro volta questa continuità millenaria.
Per garantire la nostra esistenza, in fedeltà con la nostra Storia, occorre oggi – nell’epoca dei blocchi continentali – coesione vitale tra i popoli europei per una profonda presa di coscienza di ciò che siamo come unica reale alternativa fisica al mondialismo, oltre gli appetiti indotti e preconfezionati dal nemico e le fallaci ricette salvifiche, riteniamo rimanga ancora l’unica strada da percorrere.
Malgrado sia in salita e nonostante i venti contrari.

TAGS
Articoli correlati
Comunicati
Notizie
Novembre 18, 2021
LETTERA APERTA SULLA CRISI LUNGO IL CONFINE BIELORUSSO POLACCO

Nelle ultime settimane si sono riversati lungo il confine tra Bielorussia e Polonia migliaia di immigrati provenienti principalmente dal Medio Oriente che cercano di sfondare i recinti di frontiera per accedere al territorio sotto l’egida UE. Da una parte riscontriamo la consueta strategia “Divide et Impera” messa in atto dall’imperialismo statunitense che, pur di scongiurare […]

Comunicati
Notizie
Ottobre 10, 2021
Comunicato stampa

Appresa la notizia data da La Repubblica e successivamente ripresa da vari mezzi d’informazione, che la nostra Associazione sarebbe stata presente ieri alla manifestazione tenutasi a Roma e degenerata in scontri e assalto alla sede nazionale della CGIL, affermiamo con estrema fermezza la nostra più totale estraneità ai fatti; nessuno dei nostri aderenti era presente in quel contesto e procederemo per vie legali contro chi ha messo in circolazione queste informazioni false e tendenziose.

Comunicati
Agosto 31, 2021
Lettera aperta sull’ Afghanistan

LETTERA APERTA Come sempre d’innanzi alle dicotomie create ad arte in un contesto da set cinematografico hollywoodiano, esiste una terza via che immancabilmente è quella che d’istinto ci attrae e ci sentiamo di seguire.Tra l’arroganza americana che pretende di giustificare interessi economici geopolitici con strampalate esportazioni di guerre democratiche e la brutalità fanatica di fazioni […]

Comunicati
Gennaio 23, 2020
Comunicato Stampa

Lonigo, 23 Gennaio 2020 È di questi giorni la notizia dell’ulteriore misura repressiva (nello specifico un Daspo emesso dalla questura di Verona) nei confronti del dirigente nazionale di Forza Nuova Luca Castellini. L’associazione culturale Veneto Fronte Skinheads vuole, nell’occasione, esprimere la propria solidarietà nei confronti di Castellini e focalizzare l’attenzione sull’avanzata ormai irrazionale di uno […]

Comunicati
Novembre 29, 2017
Lo “squadrismo” della lettura

LO SQUADRISMO DELLA LETTURA Siamo basiti da come la lettura di un documento, definito in vari modi da vari personaggi, ma mai pubblicato integralmente dagli organi di stampa, abbia scatenato un cosi’ ampio dibattito sul ritorno del fascismo e dello squadrismo in Italia. Nessuna aggressione , nessuna violenza solo la lettura di un documento.Forse, e […]

Comunicati
Notizie
Novembre 18, 2021
LETTERA APERTA SULLA CRISI LUNGO IL CONFINE BIELORUSSO POLACCO

Nelle ultime settimane si sono riversati lungo il confine tra Bielorussia e Polonia migliaia di immigrati provenienti principalmente dal Medio Oriente che cercano di sfondare i recinti di frontiera per accedere al territorio sotto l’egida UE. Da una parte riscontriamo la consueta strategia “Divide et Impera” messa in atto dall’imperialismo statunitense che, pur di scongiurare […]

Musica
Notizie
Pensieri Inferociti – Quarta puntata

Quarta puntata di “Pensieri Inferociti” , rubrica del VFS in collaborazione con “Radio Kultura Europa” – COP26. L’UOMO, L’AMBIENTE E LA NATURA

Musica
Notizie
Pensieri Inferociti – Terza puntata

Terza puntata di “Pensieri Inferociti” , rubrica del VFS in collaborazione con “Radio Kultura Europa” – PENSIERI INFEROCITI-CRISI GLOBALE DELLE MATERIE PRIME,DINAMICHE E CONSEGUENZE

Comunicati
Gennaio 9, 2020
Lettera aperta : USA – Iran

Click here for english translation Lonigo, 9 Gennaio 2020 Venti di guerra. O forse no. Vorremmo iniziare questa analisi innanzitutto dicendo che è stato ucciso un guerriero, ucciso dalle armi vigliacche e “democratiche” degli Stati Uniti d’America. Il generale Suleimani, comandante delle Guardie della Rivoluzione Iraniana, era un militare che le guerre le ha sempre […]

Comunicati
Lettera aperta : USA – Iran – English translation

Qui la versione in Italiano Lonigo, 9 January 2020 Winds of war? Maybe or maybe not. Let’s start this political analisys saying that a warrior has been killed. Cowardly killed by american “democratic” weapons. Commander general Suleimani, leader of Islamic Revolutionary Guards, was a soldier that fought many wars always in the front line personally. Almost […]

Comunicati
Notizie
Novembre 18, 2021
LETTERA APERTA SULLA CRISI LUNGO IL CONFINE BIELORUSSO POLACCO

Nelle ultime settimane si sono riversati lungo il confine tra Bielorussia e Polonia migliaia di immigrati provenienti principalmente dal Medio Oriente che cercano di sfondare i recinti di frontiera per accedere al territorio sotto l’egida UE. Da una parte riscontriamo la consueta strategia “Divide et Impera” messa in atto dall’imperialismo statunitense che, pur di scongiurare […]

Comunicati
Notizie
Agosto 19, 2020
Comunicato stampa

Lonigo 19/08/2020 COMUNICATO STAMPA Dopo l’abominevole fatto avvenuto a Lignano ci ritroviamo purtroppo, per l’ennesima volta, a dover commentare come il fallimento della ragione generi mostri inumani. Mentre l’esercito buonista si preoccupa di giustificare, minimizzare ed insabbiare, all’ elenco delle vittime di questo “processo di integrazione” va aggiunta una giovane ragazza di 15 anni che […]

Comunicati
Notizie
Maggio 30, 2020
EUROPA: tra fratelli i confini, ma porte aperte ai clandestini!

Una fetta significativa del problema riguardante l’arrivo di centinaia di clandestini si sta vivendo nell’ estremo nord est della penisola e più’ precisamente in Friuli a ridosso del confine italo-sloveno.

Comunicati
Maggio 21, 2020
Lontano dal clamore, li risiedono gli eroi.

  Lonigo, 21 Maggio 2020 Un giovane di 19 anni è morto. E’ morto probabilmente perché di fronte ad un sopruso non si è voltato dall’ altra parte.Tommie Lindh, brutalmente assassinato nella sua natia Svezia l’undici Maggio scorso, non è morto tra l’indignazione popolare, tra le tragedie buoniste, tra gli stucchevoli riflettori delle teletragedie.No, lui […]

Comunicati
Agosto 20, 2019
Comunicato Stampa

Lonigo, 20/08/2019 Qualche giorno fa , riprendendo alcune citazioni più datate (le prime tracce di tale notizia risalgono alla primavera scorsa), l’edizione italiana dell’ Huffington Post  funge da megafono per una sedicente ricerca “scientifica” che afferma testualmente “di poter praticare la stimolazione cerebrale non invasiva contro pregiudizi e stereotipi sociali”. Bene, occorre fermarsi un attimo a […]

Comunicati
Notizie
Novembre 18, 2021
LETTERA APERTA SULLA CRISI LUNGO IL CONFINE BIELORUSSO POLACCO

Nelle ultime settimane si sono riversati lungo il confine tra Bielorussia e Polonia migliaia di immigrati provenienti principalmente dal Medio Oriente che cercano di sfondare i recinti di frontiera per accedere al territorio sotto l’egida UE. Da una parte riscontriamo la consueta strategia “Divide et Impera” messa in atto dall’imperialismo statunitense che, pur di scongiurare […]

Comunicati
Maggio 21, 2020
Lontano dal clamore, li risiedono gli eroi.

  Lonigo, 21 Maggio 2020 Un giovane di 19 anni è morto. E’ morto probabilmente perché di fronte ad un sopruso non si è voltato dall’ altra parte.Tommie Lindh, brutalmente assassinato nella sua natia Svezia l’undici Maggio scorso, non è morto tra l’indignazione popolare, tra le tragedie buoniste, tra gli stucchevoli riflettori delle teletragedie.No, lui […]

Comunicati
Gennaio 9, 2020
Lettera aperta : USA – Iran

Click here for english translation Lonigo, 9 Gennaio 2020 Venti di guerra. O forse no. Vorremmo iniziare questa analisi innanzitutto dicendo che è stato ucciso un guerriero, ucciso dalle armi vigliacche e “democratiche” degli Stati Uniti d’America. Il generale Suleimani, comandante delle Guardie della Rivoluzione Iraniana, era un militare che le guerre le ha sempre […]

Comunicati
Lettera aperta : USA – Iran – English translation

Qui la versione in Italiano Lonigo, 9 January 2020 Winds of war? Maybe or maybe not. Let’s start this political analisys saying that a warrior has been killed. Cowardly killed by american “democratic” weapons. Commander general Suleimani, leader of Islamic Revolutionary Guards, was a soldier that fought many wars always in the front line personally. Almost […]

Comunicati
Giugno 6, 2019
Comunicato stampa

COMUNICATO STAMPA Lonigo, 6 Giugno 2019 ITALIANO L’Associazione Culturale Veneto Fronte Skinheads esprime la propria solidarietà nei confronti dell’esponente dell’ NPD berlinese Sebastian Schmidtke dopo che un vile atto vandalico ha causato seri danni alla sua abitazione. Il modus operandi di questa azione richiama sempre più il vigliacco retaggio politico di chi ha commesso questo […]

Ultimi contenuti
LETTERA APERTA SULLA CRISI LUNGO IL CONFINE BIELORUSSO POLACCO
Novembre 18, 2021

Nelle ultime settimane si sono riversati lungo il confine tra Bielorussia e Polonia migliaia di immigrati provenienti principalmente dal Medio Oriente che cercano di sfondare i recinti di frontiera per accedere al territorio sotto l’egida UE. Da una parte riscontriamo la consueta strategia “Divide et Impera” messa in atto dall’imperialismo statunitense che, pur di scongiurare […]

Pensieri Inferociti – Quarta puntata

Quarta puntata di “Pensieri Inferociti” , rubrica del VFS in collaborazione con “Radio Kultura Europa” – COP26. L’UOMO, L’AMBIENTE E LA NATURA

Pensieri Inferociti – Terza puntata

Terza puntata di “Pensieri Inferociti” , rubrica del VFS in collaborazione con “Radio Kultura Europa” – PENSIERI INFEROCITI-CRISI GLOBALE DELLE MATERIE PRIME,DINAMICHE E CONSEGUENZE

Pensieri Inferociti – Seconda puntata
Ottobre 11, 2021

Seconda puntata di “Pensieri Inferociti” , rubrica del VFS in collaborazione con “Radio Kultura Europa“

Comunicato stampa
Ottobre 10, 2021

Appresa la notizia data da La Repubblica e successivamente ripresa da vari mezzi d’informazione, che la nostra Associazione sarebbe stata presente ieri alla manifestazione tenutasi a Roma e degenerata in scontri e assalto alla sede nazionale della CGIL, affermiamo con estrema fermezza la nostra più totale estraneità ai fatti; nessuno dei nostri aderenti era presente in quel contesto e procederemo per vie legali contro chi ha messo in circolazione queste informazioni false e tendenziose.

ISD Memorial 2021
Ottobre 7, 2021

23/10/2021 – Ian Stuart Donaldson memorial 2021

Pensieri Inferociti – Prima puntata
Settembre 27, 2021

Prima puntata di “Pensieri Inferociti” , rubrica del VFS in collaborazione con “Radio Kultura Europa“ Green pass : dove sono i sindacati?

Ennesime istruzioni per L’uso
Settembre 25, 2021

In risposta all’articolo pubblicato da “il Dolomiti ” (https://www.ildolomiti.it/cronaca/2021/lestrema-destra-contro-la-cgil-la-replica-ora-anche-i-neofascisti-fanno-i-virologi-strizzando-locchio-ai-no-vax) ed alle dichiarazioni in esso contenute. COMUNICATO STAMPA Lonigo, 25 Settembre 2021 Ancora una volta siamo qui a dover spiegare e fornire istruzioni per l’uso a fronte di evidenti limiti di alcuni personaggi che si ostinano a non capire o a non voler capire il senso […]

Greenpass o non pagati: dove sono I sindacati?
Settembre 24, 2021

COMUNICATO STAMPA Lonigo, 22 Settembre 2021 Dopo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale dell’introduzione del greenpass negli ambienti di lavoro, l’Associazione culturale Veneto Fronte Skinheads denuncia la propria rabbia e sbigottimento dinnanzi al quasi totale silenzio dei maggiori sindacati sulla vicenda! È ignobile oltre che assurdo che le uniche timide prese di posizione contrarie siano state […]

Road to Camelot – EUROPA : Origine e destino ai tempi dell’Unione Europea
Settembre 7, 2021

Ascoltate la registrazione della conferenza del 4 Settembre 2021 tenutasi in occasione di “Road to Camelot”