Per contattarci
LETTERA APERTA SULLA CRISI LUNGO IL CONFINE BIELORUSSO POLACCO

Nelle ultime settimane si sono riversati lungo il confine tra Bielorussia e Polonia migliaia di immigrati provenienti principalmente dal Medio Oriente che cercano di sfondare i recinti di frontiera per accedere al territorio sotto l’egida UE.


Da una parte riscontriamo la consueta strategia “Divide et Impera” messa in atto dall’imperialismo statunitense che, pur di scongiurare un’intesa
economica e strategica tra un’Europa a trazione tedesca e la Russia, scatena, per tramite dei propri vassalli centro orientali, alcune operazioni di contenimento verso le iniziative di Mosca.
La Russia invece, mentre cerca di aumentare il proprio perimetro difensivo, viene soffocata dagli emissari di Washington che ne limitano l’influenza nei territori contesi.

Dall’altra troviamo la Bielorussia, che, se prima giocava su più tavoli all’interno dello scacchiere internazionale, dopo la riconferma di Lukashenko al governo risponde, pressoché esclusivamente, agli interessi del Cremlino.

Parliamo di una Nazione ,la Bielorussia, che sin dai tempi dell’impero zarista ha sempre funto da “cuscinetto” per difendere la Russia , la quale in questo modo era in grado di stanziare al di là dei confini nazionali stessi la prima linea di difesa del proprio territorio.

Parrebbe quindi che, le recenti rivoluzioni colorate, abbiano reso anche la Bielorussia contesa tra i due poli.
La strategia di Mosca sarebbe quella di creare – attraverso l’utilizzo massiccio di immigrati extra europei spinti a ridosso della Polonia – una barriera fisica tra coloro che nutrono interessi verso la “conquista” della Bielorussia ed il loro “oggetto del desiderio”.

Inoltre ,se dietro lo spostamento, in primis verso la Russia, di questi immigrati ci sia la regia turca ad oggi non è dato sapersi; Lo si potrà forse apprendere osservando le prossime operazioni militari di Ankara in territorio siriano, da dove e’ transitata la gran parte di questa “arma” umana.
Ricordiamo che operazioni Turche in Siria avvengono in gran parte ne territori sotto il controllo governativo del legittimo Presidente Bashar Al-Assad coadiuvato, guardacaso, dalle forze militari russe oltre che dalle milizie libanesi di Hezbollah.

D’altra parte ripudiamo anche il metodo adottato dalla Russia di utilizzare genti extra europee, impiegandole come carne da macello, per minacciare l’integrità etnica dei Paesi dell est ouropeo, non ancora fortemente minata come quella dei paesi europeo occidentali.

Inoltre, in questo scenario, troviamo un altro soggetto coinvolto:la Germania.
Essa ha notevoli interessi economici,soprattutto energetici, con la Russia per via del gasdotto Nord Stream 2 in fase di realizzazione,allo stesso tempo vorrebbe estendere la propria influenza nelle zone centro orientali del continente, come tentò di fare nel 2014 durante le proteste di Piazza Maidan cercando invano, ed adirando così la dirigenza americana, di lasciare la propria impronta in Ucraina.

Infine ci sono le dichiarazioni del Presidente del Consiglio Europeo Charles Michel.
Egli ha affermato che: “le istituzioni europee dovrebbero sovvenzionare la costruzione di un muro sul confine per impedire l’accesso agli immigrati”.
Questo dimostra come la retorica dell’accoglienza, ostentata spesso stucchevolmente, dalle citate istituzioni funzioni ad intermittenza e che, nonostante la contrarietà a tal riguardo del Presidente della BCE Christine Lagarde, confermano una manifesta incoerenza ed una certa solerzia nel compiacere le necessità strategiche degli Stati Uniti.

Non dubitiamo del fatto che la loro benevolenza del “restare umani” sia venuta meno, ma, evidentemente, alcuni umani sono più (in questo caso meno) umani degli altri!

Noi che riteniamo che lo scorso conflitto mondiale diretto dalle plutocrazie contro i popoli liberi (in particolar modo quelli europei), oggi prosegua incessantemente, con l’unica differenza che la guerra contro l’Europa
viene condotta in modo unidirezionale dai vincitori e che, da questa parte, alcuni europei si vedono costretti a fare sistema cercando di arrangiarsi in qualche modo per non sparire del tutto e per non essere totalmente alla mercé del colonialismo americano che, dal ’45, ha assunto il ruolo centrale e principale negli equilibri mondiali.

D’altro canto se oltre oceano hanno aspirazioni di supremazia ispirate dalla propria volontà di potenza, spesso incontrastata, da circa un’ottantina d’anni; dall’altra c’è da riconoscere che dal dopoguerra ad oggi la condizione di sudditanza del Belpaese, unitamente ad altri Paesi europei, viene accettata di buon grado dai nostri rappresentanti; che, a parte qualche afflato di affrancamento come il ben noto episodio di Sigonella, hanno sempre dimostrato servilismo, compiacenza ed accondiscendenza.

In Medio Oriente e in altri continenti del pianeta, per esercitare il proprio dominio sui popoli, la governance americana applica una strategia che consiste nell’impedire ad una potenza autoctona di diventare egemone regionale; così oggi, ed anche in questo caso, lavorano incessantemente per ostacolare, minare e ridurre l’intesa tra Europa e Russia al fine di introdurre la loro supremazia nei territori centro orientali, storicamente da sempre sotto l’influenza strategica e culturale tedesca.

Oltre le prese di posizione dualistiche, il tifo da stadio e le interpretazioni manichee, riconosciamo come certi assunti sovranisti tout court siano estremamente funzionali agli interessi strategici dei potentati extra europei.

Nell’ottica di cui sopra , certe derive ideologiche occidentali, in cui si millanta uno “scontro di civiltà”, nei fatti inesistente, ma da attuare talvolta sotto forma di interventi bellici “umanitari” in nome dei non ben specificati valori delle democrazie liberali, siano estranee allo spirito europeo; che su ben altre fondamenta, affatto democratiche, mercantilistiche o di sudditanza, ha edificato e rinnovato nel corso dei millenni la propria Civiltà.

Infine ribadiamo quanto a noi pare fondamentale, per la libertà e la sopravvivenza delle nostre genti, riportare il nostro continente al centro degli assetti internazionali attraverso una collaborazione ed una sinergia tra i Paesi europei che condividono interessi economici, commerciali, militari, energetici e strategici, il tutto perseguendo una politica estera comune e operando verso i medesimi obiettivi.

Auspichiamo di tornare ad essere una Potenza Continentale, non una misera unione di Stati nazionali che covano tensioni interne e conducono conflitti intestini. i quali, puntualmente, si rivelano efficienti per il consolidamento dell’ingerenza americana sulla nostra Terra a discapito delle nostre Patrie che ci furono lasciate in eredità dai nostri padri e che dovremo consegnare ai nostri figli affinché possano essere padroni del proprio Destino per tramandare a loro volta questa continuità millenaria.
Per garantire la nostra esistenza, in fedeltà con la nostra Storia, occorre oggi – nell’epoca dei blocchi continentali – coesione vitale tra i popoli europei per una profonda presa di coscienza di ciò che siamo come unica reale alternativa fisica al mondialismo, oltre gli appetiti indotti e preconfezionati dal nemico e le fallaci ricette salvifiche, riteniamo rimanga ancora l’unica strada da percorrere.
Malgrado sia in salita e nonostante i venti contrari.

TAGS
Articoli correlati
Comunicati
Notizie
Febbraio 6, 2024
Comunicato Stampa

Lonigo, 06/02/2024 L’Associazione culturale Veneto Fronte Skinheads constata con un certo disgusto come esistano metri di misura differenti a seconda di chi si macchi di reati miserevoli: mesi e mesi di moralizzazione a mo’ di lavaggio del cervello contro il patriarcato in seguito all’omicidio della povera Giulia Cecchettin, cancellati con un colpo di spugna dinnanzi […]

Comunicati
Notizie
Gennaio 31, 2024
Lettera Aperta – Ilaria Salis

Lonigo 31/01/2024 Buona parte dei mezzi d’informazione è evidentemente asservita alla narrazione della sinistra, così come è assodato il fatto che l’opinione pubblica in Italia sia tutt’oggi ostaggio dei vaneggiamenti imposti dall’egemonia culturale con echi da Soccorso Rosso.

Comunicati
Notizie
Gennaio 30, 2024
Comunicato stampa – Proteste degli agricoltori

Lonigo, 30/01/2024 L’Associazione culturale Veneto Fronte Skinheads, da sempre vicina alle istanze degli agricoltori per la tutela del patrimonio agricolo ed enogastronomico italiano, solidarizza e supporta la protesta dei coltivatori contro politiche comunitarie che mirano a smantellare un intero sistema economico e produttivo a vantaggio esclusivo della produzione in laboratorio e della grande distribuzione alimentare. […]

Comunicati
Notizie
Dicembre 2, 2023
Crema 1944 – Gaza 2023:la democrazia arriva dal cielo!

Crema, 1 dicembre 2023 In questa ricorrenza infausta per Crema, in cui ricorre l’anniversario del bombardamento sulla nostra città, che assieme a molte altre lungo lo stivale condivise il medesima triste sorte, vorremmo porre l’accento su un inquietante parallelismo che attraversa la storia a distanza di quasi ottant’anni.

Comunicati
Notizie
Novembre 23, 2023
Comunicato stampa

Lonigo, 22 novembre 2023 Apprendiamo con sgomento quanto accaduto lo scorso sabato notte a Crépol, paesino nel sud della Francia a una settantina di chilometri dalla più nota Grenoble: una 15ina di “risorse” (dis)umane provenienti dalle banlieu si sono presentati al tradizionale “ballo d’inverno” locale “per pugnalare i bianchi”…questa terminologia non è di nostra invenzione, […]

Comunicati
Musica
Video
Febbraio 28, 2024
PENSIERI INFEROCITI – L’assenza dell’Europa nel suo estero vicino

Una breve panoramica proposta in pochi minuti, su quello che non è in grado di compiere l’Europa, nello spazio strategico che gli sarebbe proprio. Tanto i conflitti in corso, quanto le passate sedicenti “Primavere Arabe”, dimostrano come l’Unione Europea non sia in grado di avere una proiezione strategica e geopolitica incisiva, a garanzia dei propri […]

Musica
Notizie
Volantini
Gennaio 31, 2024
PENSIERI INFEROCITI – Taiwan tra certezze ed incognite

Nella tornata elettorale per le presidenziali sull’isola di Taiwan, vince il favorito, il candidato del Partito Democratico Progressista, fautore dello status quo dell’isola; indipendenza de facto. Tuttavia, il futuro di Taiwan è legato tanto alla sua riqualificazione in ambito geopolitico, sia alle imminenti elezioni presidenziali statunitensi, che influenzeranno il futuro di questa “anomalia sistemica”.

Comunicati
Musica
Notizie
Novembre 24, 2021
Pensieri inferociti – Quinta Puntata

Quinta puntata di pensieri inferociti in collaborazione con Radio Kultura Europa. La crisi lungo il confine tra Bielorussia e Polonia

Comunicati
Notizie
Novembre 18, 2021
LETTERA APERTA SULLA CRISI LUNGO IL CONFINE BIELORUSSO POLACCO

Nelle ultime settimane si sono riversati lungo il confine tra Bielorussia e Polonia migliaia di immigrati provenienti principalmente dal Medio Oriente che cercano di sfondare i recinti di frontiera per accedere al territorio sotto l’egida UE. Da una parte riscontriamo la consueta strategia “Divide et Impera” messa in atto dall’imperialismo statunitense che, pur di scongiurare […]

Musica
Notizie
Pensieri Inferociti – Quarta puntata

Quarta puntata di “Pensieri Inferociti” , rubrica del VFS in collaborazione con “Radio Kultura Europa” – COP26. L’UOMO, L’AMBIENTE E LA NATURA

Comunicati
Notizie
Febbraio 6, 2024
Comunicato Stampa

Lonigo, 06/02/2024 L’Associazione culturale Veneto Fronte Skinheads constata con un certo disgusto come esistano metri di misura differenti a seconda di chi si macchi di reati miserevoli: mesi e mesi di moralizzazione a mo’ di lavaggio del cervello contro il patriarcato in seguito all’omicidio della povera Giulia Cecchettin, cancellati con un colpo di spugna dinnanzi […]

Comunicati
Notizie
Volantini
Novembre 28, 2023
Lettera aperta

Nell’ultima settimana, abbiamo raccolto con un certo sgomento un susseguirsi di notizie che giungevano da vari paesi europei, in primis dalla Francia con i suoi episodi, purtroppo sempre più diffusi, di aggressioni ai danni di cittadini comuni in contesti comunimotivati molto spesso da un odio etnico, e che non possono più essere ignorati come cristallina […]

Comunicati
Notizie
Novembre 23, 2023
Comunicato stampa

Lonigo, 22 novembre 2023 Apprendiamo con sgomento quanto accaduto lo scorso sabato notte a Crépol, paesino nel sud della Francia a una settantina di chilometri dalla più nota Grenoble: una 15ina di “risorse” (dis)umane provenienti dalle banlieu si sono presentati al tradizionale “ballo d’inverno” locale “per pugnalare i bianchi”…questa terminologia non è di nostra invenzione, […]

Comunicati
Notizie
Volantini
Luglio 1, 2023
Polveriera

Lonigo, 01/07/2023 polveriera[pol-ve-riè-ra] s.f.1 Ambiente adibito a deposito di esplosivi 2 fig. Situazione di imminente e grave pericolo: essere seduti su una p.; paese o zona dove esiste tale situazione, spec. bellica quando nel 2016, uscimmo con un volantino, volutamente provocatorio, titolato “Polveriera Europa”, ci fu chi accusò il nostro movimento di aver dato voce […]

Comunicati
Notizie
Giugno 9, 2023
Comunicato stampa

Lonigo, 9 Giugno 2023 Mentre in Italia da mesi imperversa la diatriba sulla pericolosità degli orsi nel loro habitat naturale in Trentino, assistiamo esterrefatti al folle gesto di un immigrato extracomunitario di origine siriana che in un parco giochi in Francia si è scagliato armato di coltello contro dei neonati accompagnati da rispettive mamme e […]

Comunicati
Notizie
Gennaio 31, 2024
Lettera Aperta – Ilaria Salis

Lonigo 31/01/2024 Buona parte dei mezzi d’informazione è evidentemente asservita alla narrazione della sinistra, così come è assodato il fatto che l’opinione pubblica in Italia sia tutt’oggi ostaggio dei vaneggiamenti imposti dall’egemonia culturale con echi da Soccorso Rosso.

Musica
Notizie
Volantini
PENSIERI INFEROCITI – Taiwan tra certezze ed incognite

Nella tornata elettorale per le presidenziali sull’isola di Taiwan, vince il favorito, il candidato del Partito Democratico Progressista, fautore dello status quo dell’isola; indipendenza de facto. Tuttavia, il futuro di Taiwan è legato tanto alla sua riqualificazione in ambito geopolitico, sia alle imminenti elezioni presidenziali statunitensi, che influenzeranno il futuro di questa “anomalia sistemica”.

Comunicati
Notizie
Novembre 23, 2023
Comunicato stampa

Lonigo, 22 novembre 2023 Apprendiamo con sgomento quanto accaduto lo scorso sabato notte a Crépol, paesino nel sud della Francia a una settantina di chilometri dalla più nota Grenoble: una 15ina di “risorse” (dis)umane provenienti dalle banlieu si sono presentati al tradizionale “ballo d’inverno” locale “per pugnalare i bianchi”…questa terminologia non è di nostra invenzione, […]

Comunicati
Notizie
Volantini
Luglio 1, 2023
Polveriera

Lonigo, 01/07/2023 polveriera[pol-ve-riè-ra] s.f.1 Ambiente adibito a deposito di esplosivi 2 fig. Situazione di imminente e grave pericolo: essere seduti su una p.; paese o zona dove esiste tale situazione, spec. bellica quando nel 2016, uscimmo con un volantino, volutamente provocatorio, titolato “Polveriera Europa”, ci fu chi accusò il nostro movimento di aver dato voce […]

Comunicati
Notizie
Febbraio 24, 2022
Comunicato Stampa : Russia/Ucraina

Lonigo, 24/02/2022 Assistiamo basiti gli eventi che hanno portato due nazioni, storicamente sorelle, nel baratro di una guerra potenzialmente devastante.I diversi, ma uguali, sistemi economici mondiali trovano modo di affrontarsi portando sul piano bellico quello che da anni ormai è un conflitto che va proponendosi in vari campi da gioco.

Ultimi contenuti
PENSIERI INFEROCITI – L’assenza dell’Europa nel suo estero vicino
Febbraio 28, 2024

Una breve panoramica proposta in pochi minuti, su quello che non è in grado di compiere l’Europa, nello spazio strategico che gli sarebbe proprio. Tanto i conflitti in corso, quanto le passate sedicenti “Primavere Arabe”, dimostrano come l’Unione Europea non sia in grado di avere una proiezione strategica e geopolitica incisiva, a garanzia dei propri […]

PENSIERI INFEROCITI- Le proteste degli agricoltori
Febbraio 15, 2024

Ascolta “PENSIERI INFEROCITI – LE PROTESTE DGLI AGRICOLTORI IN BREVE” su Spreaker.

Comunicato Stampa
Febbraio 6, 2024

Lonigo, 06/02/2024 L’Associazione culturale Veneto Fronte Skinheads constata con un certo disgusto come esistano metri di misura differenti a seconda di chi si macchi di reati miserevoli: mesi e mesi di moralizzazione a mo’ di lavaggio del cervello contro il patriarcato in seguito all’omicidio della povera Giulia Cecchettin, cancellati con un colpo di spugna dinnanzi […]

Lettera Aperta – Ilaria Salis
Gennaio 31, 2024

Lonigo 31/01/2024 Buona parte dei mezzi d’informazione è evidentemente asservita alla narrazione della sinistra, così come è assodato il fatto che l’opinione pubblica in Italia sia tutt’oggi ostaggio dei vaneggiamenti imposti dall’egemonia culturale con echi da Soccorso Rosso.

PENSIERI INFEROCITI – Taiwan tra certezze ed incognite

Nella tornata elettorale per le presidenziali sull’isola di Taiwan, vince il favorito, il candidato del Partito Democratico Progressista, fautore dello status quo dell’isola; indipendenza de facto. Tuttavia, il futuro di Taiwan è legato tanto alla sua riqualificazione in ambito geopolitico, sia alle imminenti elezioni presidenziali statunitensi, che influenzeranno il futuro di questa “anomalia sistemica”.

Comunicato stampa – Proteste degli agricoltori
Gennaio 30, 2024

Lonigo, 30/01/2024 L’Associazione culturale Veneto Fronte Skinheads, da sempre vicina alle istanze degli agricoltori per la tutela del patrimonio agricolo ed enogastronomico italiano, solidarizza e supporta la protesta dei coltivatori contro politiche comunitarie che mirano a smantellare un intero sistema economico e produttivo a vantaggio esclusivo della produzione in laboratorio e della grande distribuzione alimentare. […]

PENSIERI INFEROCITI- Predatori Finanziari
Gennaio 18, 2024

Ascolta “PENSIERI INFEROCITI – PREDATORI FINANZIARI” su Spreaker.

Comunicato stampa
Gennaio 9, 2024

Lonigo, 9 Gennaio 2024 “A Roma sono stato colpito dal rito del Presente. I morti che restano nei ranghi e combattono assieme e ai vivi: questa è una visione eroica dell’esistenza”. Con queste parole Yosuke Matsouka, ambasciatore giapponese e poi Ministro degli Esteri nel 1940-41, si espresse visitando la Mostra per la Rivoluzione Fascista. Sabato […]

Crema 1944 – Gaza 2023:la democrazia arriva dal cielo!
Dicembre 2, 2023

Crema, 1 dicembre 2023 In questa ricorrenza infausta per Crema, in cui ricorre l’anniversario del bombardamento sulla nostra città, che assieme a molte altre lungo lo stivale condivise il medesima triste sorte, vorremmo porre l’accento su un inquietante parallelismo che attraversa la storia a distanza di quasi ottant’anni.

Lettera aperta
Novembre 28, 2023

Nell’ultima settimana, abbiamo raccolto con un certo sgomento un susseguirsi di notizie che giungevano da vari paesi europei, in primis dalla Francia con i suoi episodi, purtroppo sempre più diffusi, di aggressioni ai danni di cittadini comuni in contesti comunimotivati molto spesso da un odio etnico, e che non possono più essere ignorati come cristallina […]