Defend Europe 2020

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
Comunicato Stampa

Lonigo, 23 Gennaio 2020

È di questi giorni la notizia dell’ulteriore misura repressiva (nello specifico un Daspo emesso dalla questura di Verona) nei confronti del dirigente nazionale di Forza Nuova Luca Castellini.

L’associazione culturale Veneto Fronte Skinheads vuole, nell’occasione, esprimere la propria solidarietà nei confronti di Castellini e focalizzare l’attenzione sull’avanzata ormai irrazionale di uno schema di “politicamente corretto” che, ogni giorno di più, diventa occasione stringente verso l’espressione del proprio pensiero.

In uno scenario schizofrenico in cui persino le parole sono soggette a “patenti di democrazia” ed in cui persino citare letteralmente la presunta “vittima” può essere elevato ad incommensurabile atto di sopraffazione, non possiamo esimerci dall’esprimere vicinanza a chi viene coinvolto in tali vicende che, spesso, hanno risvolti giudiziari ed umani molto gravi.

In conclusione lanciamo un’ ipotesi ed un consiglio di sopravvivenza per il mondo che ci aspetta : attenzione a come parlate, attenzione a ciò che dite ma soprattutto..attenzione a ciò che pensate.

Scomodamente

Il portavoce

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
Lettera aperta : USA – Iran

Click here for english translation

Lonigo, 9 Gennaio 2020

Venti di guerra. O forse no.
Vorremmo iniziare questa analisi innanzitutto dicendo che è stato ucciso un guerriero, ucciso dalle armi vigliacche e “democratiche” degli Stati Uniti d’America.
Il generale Suleimani, comandante delle Guardie della Rivoluzione Iraniana, era un militare che le guerre le ha sempre combattute di persona.
Quasi una figura mistica nella repubblica islamica dell’Iran, è stato per anni condottiero delle operazioni militari iraniane come quelle a sostegno di Assad nella martoriata Siria, nelle azioni a contrasto dell’ISIS nelle zone di confine tra Iraq e Siria che ne hanno sostanzialmente decretato la sconfitta militare.
Quando cade un grande condottiero esso va onorato come tale, e come tale gli va mostrato l’onore delle armi. Quell’onore che le armi automatiche che lo hanno ucciso non possiedono ma che non potranno mai portargli via.

(altro…)

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
Comunicato stampa

Lonigo, 13 novembre 2019

Ieri (nel 2019!!) in quel di Mantova, condita dalla solita retorica stucchevole, si è in qualche modo inaugurata la sezione ANPI della CGIL Mantovana.
Tralasciando il fatto dell’ utilità di questa organizzazione in seno al sindacato – forse serve a raggruppare le persone ultranovantenni che fecero la guerra e che sono ancora oggi costrette a lavorare a causa proprio delle scelte scellerate del sindacato stesso – vorremmo far notare come è proprio di questo che stiamo parlando quando si tratta di sindacati : mentre nel polo industriale mantovano in 10 anni hanno chiuso 130 aziende del settore tessile, con migliaia di posti di lavoro perduti ed attualmente imprese come Corneliani e Pro-gest hanno annunciato rispettivamente 130
licenziamenti e 25 contratti a termine non rinnovati , le forze e le risorse del sindacato vengono utilizzate per questo genere di iniziative propagandistiche al fine di combattere il “fascismo risorgente”.

Tutto questo ci sembra far riferimento al solito tentativo di compattare la sinistra, oggi più che mai divisa e fragile, la quale deve affrontare una tornata elettorale (le regionali in varie parti d’Italia, ma forse anche elezioni anticipate nazionali) e che, priva di argomenti ,compreso quello sindacale, ed inserita all’ interno di una coalizione inesistente, comincia ad utilizzare, come al solito, queste “attività collaterali” per arrogarsi il diritto di rilasciare patenti di democrazia.
Dulcis in fundo, come giustificazione per tutto il suddetto repertorio di ampollose dichiarazioni , si tira in ballo la nostra associazione quale veicolo di fantomatici “attacchi” che minano la democrazia italiana .
Noi rispondiamo che i suddetti “attacchi” (striscioni, volantini e comunicati stampa) , oltre che celebrare delle figure storiche come quella di Filippo Corridoni (sindacalista di trincea, che guarda caso non trova mai spazio tra le figure storiche di riferimento sindacali), ponevano delle domande ben precise al sindacato ed ai suoi vertici: domande per le quali siamo ancora in attesa di risposta.
Inoltre questo tipo di miscuglio di parole (fascismo, resistenza, attacchi) si sposa alla perfezione con la fabbrica di notizie false e tendenziose (oggi si direbbe fake news) : evita, volutamente, di entrare nei dettagli, e lascia sottintendere che ci sia stato un “attacco violento che mina le basi della tolleranza” nei loro confronti, cosa che forse è avvenuta nei loro sogni di vittimismo frustrato.

Concludendo, quando succedono queste cose e veniamo tirati in ballo, ci viene in mente una
scena di uno dei film della serie “Don Camillo”: Peppone, eletto onorevole, dorme bellamente in
parlamento mentre attorno a lui si scatena un qualche tipo di bagarre politica.
Lo stesso Peppone, svegliato dal frastuono e non avendo idea di cosa si stesse parlando in quel
momento, come un ossesso cominciò a gridare : “Fascisti!!!!!!”.
Ecco la situazione più o meno è questa : il sindacato dorme, i lavoratori sono in fermento e quando il sindacato si sveglia, lo fa solo per dare la caccia alle streghe.
Scomodamente

il portavoce

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
Piccola dimostrazione

 

Tralasciamo le sterili polemiche e allarmismi che hanno solo lo scopo di distogliere l’attenzione dal contenuto del nostro comunicato al quale non abbiamo ricevuto nessuna risposta sensata, ecco una piccola dimostrazione delle “falsità” che abbiamo sostenuto.

Il portavoce

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
Associazione Culturale Veneto Fronte Skinheads
- C.P. 12 36045 Lonigo (VI) vfs@libero.it