ISD Memorial 2009

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
Comunicato stampa

COMUNICATO STAMPA

Lonigo, 6 Giugno 2019

ITALIANO

L’Associazione Culturale Veneto Fronte Skinheads esprime la propria solidarietà nei confronti dell’esponente dell’ NPD berlinese Sebastian Schmidtke dopo che un vile atto vandalico ha causato seri danni alla sua abitazione.
Il modus operandi di questa azione richiama sempre più il vigliacco retaggio politico di chi ha commesso questo misfatto: antifascisti tedeschi risiedenti nella capitale stessa.
È giunto il momento che i politici europei ed i media, sempre pronti a stracciarsi le vesti quando qualcuno evoca il fantasma dell’avvento di un’ imprecisata dittatura sul vecchio continente, spostino l’attenzione su chi, nei fatti, si è davvero dimostrato una minaccia.
Spesso, però, le coperture istituzionali di esponenti conniventi, fanno si che atti di questo tipo passino sotto un pavido ed inquietante silenzio.

DEUTSCH

Der Kulturverein Veneto Fronte Skinheads bekundet seine Solidarität mit dem Berliner NPD-Exponenten Sebastian Schmidtke, nachdem er einem abscheulichen Vandalischem Akt zum Opfer geworden ist, der seine Wohnung schwer beschädigt hat.
Die Vorgehensweise dieser Aktion erinnert zunehmend an das feige politische Erbe derer, die dieses Verbrechen begangen haben: der deutschen Antifaschisten, die in der Hauptstadt selbst leben.
Es ist an der Zeit, dass europäische Politiker und Medien, die immer bereit sind übertrieben zu reagieren, wenn jemand den Geist des Aufbruchs einer nicht näher bezeichneten Diktatur auf dem alten Kontinent hervorruft, ihre Aufmerksamkeit darauf richten, wer sich tatsächlich als Bedrohung erwiesen hat.
Oftmals jedoch lässt die institutionelle Berichterstattung über hinterhältige Exponenten diese Handlungen dieser Art unter ein ängstliches und beunruhigendes Schweigen fallen.

 

Ferocemente

 

il portavoce

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
Il colpevole è l’imperatore Costantino I

2017

COMUNICATO STAMPA
IL COLPEVOLE È L’IMPERATORE COSTANTINO I

Lonigo, 23 aprile 2019

A fronte delle tante e inutili polemiche a seguito del concerto di Pasqua (Easter Fest per l’appunto) organizzato a Cerea il 20 aprile u.s., l’Associazione culturale Veneto Fronte Skinheads si sente in dovere di replicare solo quanto segue, oltre a quanto aggiunto dal nostro presidente la sera stessa ad un giornalista de L’Arena.
Dal 2005 la nostra Associazione organizza in varie città del nord Italia questo evento annuale, sfruttando appunto le festività pasquali in cui logicamente più persone sono facilitate a muoversi.
Quest’anno la “cabala” ha voluto che cadesse il 21 aprile, quindi conseguentemente il concerto il giorno precedente; premesso ciò, a tutti i politici e giornalisti che faziosamente vogliono addossarci responsabilità commemorative che risalgono alla fine del 1800, replichiamo serenamente che la colpa è da attribuirsi alla Chiesa, che nel 325 d.c. durante il Concilio di Nicea stabilì i criteri secondo i quali debba essere fissata la Pasqua.
Rimandiamo quindi al mittente qualsiasi fantasiosa illazione sull’evento di sabato scorso, organizzato peraltro rispettando la normativa vigente.
A dimostrazione della veridicità di quanto affermato, alleghiamo i volantini dei concerti degli anni precedenti che siamo riusciti a recuperare, dando così la possibilità di impegnare gli evidentemente troppi momenti vuoti nella quotidianità di chi si perde in sterili polemiche, di verificare le date delle domeniche di Pasqua guardando i calendari degli anni precedenti.

Null’altro da aggiungere. 

Il portavoce  

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
Carlo Giannotta

Lonigo, 18 Aprile 2019

L’Associazione culturale Veneto Fronte Skinheads esprime il proprio più sentito cordoglio per la dipartita del camerata Carlo Giannotta, storica figura della sede di Acca Larentia a Roma.
Fulgido esempio di militanza e devozione per uno spazio storico e simbolico per tutte le realtà passate, presenti e future, Carlo è andato avanti e ci mancherà nell’accoglierci ogni anno ad Acca Larentia.

Il portavoce

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
Sermide

 

Sermide: 31 vite spezzate..

Bombe intelligenti..? Oggi come allora.

Lonigo, 20 Febbraio 2019

L’Associazione culturale Veneto Fronte Skinheads rivendica lo striscione affisso nei pressi di piazza del plebiscito a Sermide nella notte fra il 20 e 21 Febbraio.
Questa località fu teatro di un feroce bombardamento alleato 74 anni fa.
Nei giorni compresi tra il 17 Febbraio e il 22 Febbraio del ’45 la piccola cittadina mantovana si trovò a fare i conti con la solita democrazia che pioveva dal cielo con obbiettivo, si presume, lo zuccherificio che riforniva di alcool (trasformato ed utilizzato come polvere da sparo e carburante sintetico) i militari tedeschi.
In particolar modo la mattina del 21 febbraio 1945 Sermide viene bombardata continuativamente per quasi un’ora.
Il risultato fu un centro cittadino completamente raso al suolo dalle bombe alleate che provocarono la morte di 31 civili ed il ferimento di un centinaio.
In questo anniversario ci chiediamo sempre con insistenza se fu l’ennesimo sbaglio dei, così dipinti, soliti eroi oppure una mera rappresaglia tesa a seminare il terrore verso i cosiddetti effetti collaterali?

Ferocemente

Il portavoce 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
Associazione Culturale Veneto Fronte Skinheads
- C.P. 12 36045 Lonigo (VI) vfs@libero.it