Ancora su Andreas Hofer

 Articolo pubblicato sul quotidiano “Alto Adige”  il giorno 19/02/2019

 

Lonigo 19 Febbraio 2019

In relazione alle affermazioni del consigliere provinciale altoatesino Andreas Leiter Reber
(Die Freiheitlichen) riguardo all’ omaggio che la nostra Associazione ha reso alla figura di Andreas Hofer, invitiamo il suddetto signore a riflettere sul senso della nostra azione: i nazionalismi ottocenteschi e le nazioni moderne sono figli della rivoluzione francese e quindi quanto di piú antitradizionale possa esserci.
In tale direzione è da intendersi il nostro omaggio ad Hofer, come figura storica vittima proprio di queste dinamiche.
Non raccogliamo quindi nessun invito a studiare la storia, ma invitiamo il consigliere a ripassare la lingua italiana perchè dalle righe di accompagnamento della nostra azione si evince chiaramente come non si faccia di Hofer un nostro eroe o martire, ma gli venga tributato un giusto onore in quanto alfiere della libertà ed identità del suo popolo.
D’altronde la nostra Associazione si è sempre contraddistinta in giusti tributi a persone o popoli che per l’affermazione della propria identità hanno fatto in modo che il cuore d’Europa battesse ancora, l’Europa che vogliamo: un’ Europa dei popoli che possa trovare, anche attraverso figure come quella di Hofer, la propria vera identità comune.

Scomodamente.

Il portavoce

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
Omaggio ad Andreas Hofer

 

mn_1

Lonigo, 16 Febbraio 2019

In data 16/02 una delegazione del VFS si è recata sul cippo di Andreas Hofer a Cittadella di Mantova presso Porta Giulia per portare il giusto cordoglio a questo eroe fucilato dai napoleonici e che, incarnando spirito patriottico a noi affine, cadeva 209 anni fa da uomo libero.

Il portavoce

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
Dresda 1945

Lonigo, 14 Febbraio 2019

L’Associazione culturale Veneto Fronte Skinheads rivendica gli striscioni apparsi nella notte a cavallo tra il 13 e 14 Febbraio.
Anche quest’anno nella giornata di San Valentino, in cui si celebra la “festa commerciale degli innamorati”,ci si ritrova a dover ricordare, nel silenzio più assoluto di media e istituzioni, la strage avvenuta nella città di Dresda oramai più di 70 anni fa nella medesima notte.
Duecentomila vittime, cadute sotto il fuoco della “democrazia” in un vero e proprio crimine contro l’umanità.
Nonostante gli anni passino e le verità sui massacri dei “liberatori” vengano sempre più a galla, questa atrocità ancora non viene definita per quello che realmente fu: un autentico eccidio di innocenti, pianificato a tavolino, con crudeltà e perfidia, per impressionare l’alleato sovietico in chiave post bellica.
Forti di questa convinzione, ribadiamo la nostra volontà di ricordare questo avvenimento, oggi e nel tempo a venire, fino a quando la verità non verrà ristabilita e le vittime possano finalmente trovare la memoria che meritano.

Ferocemente

Il portavoce

bologna_01

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
VFS Easter fest

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
Comunicato Stampa

Lonigo, 12 Dicembre 2018

L’Associazione Culturale Veneto Fronte Skinheads esprime la propria solidarietá ai ragazzi di CPI Bari , vittime di un’insensata azione giudiziaria che ha portato alla chiusura della loro sede in cittá.
Ancora una volta i gendarmi dell’ antifascismo, poveri di argomenti convincenti, trovano nella repressione l’unico modo per zittire le voci fuori dal coro.

Ferocemente

Il portavoce

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
Associazione Culturale Veneto Fronte Skinheads
- C.P. 12 36045 Lonigo (VI) vfs@libero.it